Umbria. A Scheggino in appartamento storico


Nelle scorse settimane ho avuto modo acquistare un coupon per due notti in Valnerina su un noto sito di social shopping, Groupalia. Devo ammettere che la scelta non è stata facile in quanto nella sezione viaggi del sito, it.groupalia.com/offerte-viaggi, era presente un'ampia varietà di destinazioni in grado di soddisfare qualsiasi esigenza. Alla fine il fascino dell'Umbria, cuore verde d'Italia, e la non eccessiva distanza da casa hanno prevalso ed ho optato per Scheggino ed il residence/appartamento storico Antica Torre del Nera.

Finalmente è arrivato il tanto atteso giorno della partenza, un'occasione per staccare un po' la spina dalla vita di tutti i giorni. Siamo arrivati a Scheggino nel primo pomeriggio dopo una breve visita al centro storico di Norcia. La reception dell'Antica Torre del Nera sorge ai piedi del paese, nei pressi della limpide acque del fiume Nera abitate da anatre e germani reali, in una struttura distaccata dagli appartamenti che sono situati in più edifici all'interno del borgo.

Scheggino, nei pressi dell'Antica Torre del Nera
Scheggino, nei pressi dell'Antica Torre del Nera
L'accoglienza è delle migliori e siamo accompagnati alla nostra abitazione in caddy, la macchina elettrica tipicamente presente nei campi da golf. La "Casa de Nazzareno", così si chiama la nostra dimora, è posta nel piano interrato di un antico edificio e si compone di ben cinque stanze, un piccolo ingresso, un'ampia camera matrimoniale, un elegante bagno, un soggiorno con camino e divano letto ed una cucina abitabile.

Scheggino, Antica Torre del Nera
Scheggino, Antica Torre del Nera
Per me che sono abituato ai basici ostelli sudamericani qui è davvero un lusso. Basta affacciarsi dalla finestra per godere di una splendida vista sulla sottostante chiesa di San Nicola, risalente ai primi anni del XIII secolo.

Scheggino, chiesa di San Nicola
Scheggino, chiesa di San Nicola
Poggiamo le nostre valigie e decidiamo di andare alla scoperta del borgo prima del calar della sera. Non so il perchè ma prima del mio arrivo non mi aspettavo un paese così bello. Il borgo è stato invece capace di conquistarmi fin da subito. Vicoli stretti, alcuni dei quali tali da non far passare più di una persona, strade acciottolate, palazzi signorili settecenteschi e vecchie abitazioni caratterizzano Scheggino proiettandomi in una dimensione lontana dai giorni nostri. Per farci un'idea del paese, che sorge ai piedi di un castello oggi in rovina, scendiamo sino a Piazza del Mercato, nelle vicinanze di una placida ansa del fiume Nera.

Scheggino
Scheggino
Scheggino
Scheggino
Scheggino
Scheggino
Scheggino
Torniamo a casa per un paio d'ore di meritato relax. Cominciamo quindi ad avere fame. Nella precedente visita al paese avevamo visto alcune indicazioni per l'Osteria Baciafemmine. Entriamo e prendiamo posto a poca distanza dal grande camino a muro. G. ordina dell'agnello scottadito cotto sulla brace, io opto per un piatto di strangozzi (pasta lunga fatta a mano) con sugo di cinghiale. Siamo sorpresi quando durante l'attesa ci viene offerto un tagliere di affettati misti della zona. Alla fine siamo davvero soddisfatti, paghiamo poco ed il cibo è davvero ottimo. Consigliato.

Scheggino, osteria Baciafemmine
Scheggino, osteria Baciafemmine
Scheggino, osteria Baciafemmine

Nessun commento

Powered by Blogger.