Header Ads

I parchi naturali delle Canarie

Conoscete già il mio interesse per le vacanze "green" e all'aria aperta. Non è un caso che una delle ragioni principali che mi spingono a visitare una nazione sono i suoi paesaggi naturali. Ecco perchè con questo post vorrei parlarvi di una destinazione facilmente raggiungibile e per di più low cost grazie ai collegamenti offerti da alcune compagnie.

Oltre ad alcune delle spiagge più amate dai turisti di tutta Europa, le isole Canarie custodiscono infatti un patrimonio di tesori naturalistici di immenso pregio. Chi desidera trascorrere un soggiorno “green” all'insegna della natura, avrà la possibilità di visitare nell'arcipelago spagnolo un gran numero di oasi verdi e parchi naturali, che risultano sparsi qua e là nelle sue isole. Vediamo in breve i più importanti.

Partiamo con il Parco Nazionale del Teide, una delle maggiori attrazioni naturalistiche dell'isola di Tenerife. Questa splendida area protetta viene considerata un luogo sacro sin da epoche remote, come possono testimoniare i reperti archeologici qui ritrovati, che oggi vengono custoditi all'interno del Museo de la Naturaleza y el Hombre (Museo della Natura e dell’Uomo) a Santa Cruz di Tenerife. Il parco abbraccia una superficie di oltre 19000 ettari, ai piedi del vulcano del Teide, che con i suoi 3718 metri di altitudine rappresenta la vetta più alta della Spagna: dalla cima potrete contemplare uno dei panorami più spettacolari sull'isola di Tenerife e sull'oceano Atlantico. All'interno del parco, gli amanti della natura avranno l’occasione di osservare 11 habitat di grande interesse naturalistico, ricchi di affascinanti specie endemiche dell’arcipelago delle Canarie.

Parco Nazionale del Teide. Da Commons.wikipedia.org. Autore: Thomas Freiber
Proseguiamo con il Parco della Caldera de Taburiente, il parco nazionale situato nel cuore dell’isola di La Palma. L'oasi in questo caso si trova al centro di una grande depressione (la “caldera”, appunto), ricamata da un suggestivo alternarsi di cascate e ruscelli, che si fanno strada tra floride distese di boschi e foreste, diramandosi sino alle vette delle maggiori catene montuose dell’isola. Tra queste, probabilmente avrete sentito parlare di Punta de los Roques (2085 m). Infatti, oltre a regalare una delle viste più spettacolari sull'isola di La Palma, la vetta in questione ospita il Gran Telescopio Canarias, ovvero uno dei maggiori complessi astronomici presenti al mondo, nel quale è possibile usufruire delle più moderne attrezzature per l'osservazione dello spettacolo della volta celeste.

Caldera de Taburiente. Da Commons.wikipedia.org. Autore: Michael Apel
Concludiamo con il Parco Nazionale di Garajonay, un altro gioiello naturalistico – forse poco conosciuto da chi cerca last minute per le Canarie, ma dal fascino unico. Questo parco sorge sull'isola di La Gomera e, come le oasi verdi citate in precedenza, rappresenta un prezioso Patrimonio UNESCO. Gli ecosistemi incontaminati di Garajonay racchiudono fitti paesaggi di foreste, dove è possibile osservare esemplari vegetali come la visnea mocanera e il corbezzolo, e specie faunistiche rare, come la raganella mediterranea, la lucertola della Gomera e la Lisa Gomera. Il parco è famoso soprattutto per i suoi boschi di laurisilva, esemplari unici di quello che anticamente (milioni di anni fa!) era un paesaggio tipico della regione mediterranea, scomparso a causa dei cambiamenti climatici.

Potrete visitare i parchi delle Canarie muovendovi da Tenerife, la più grande dell'arcipelago, che garantisce collegamenti anche con le altre isole. Una possibile soluzione? Pernottando all'IBEROSTAR Anthelia, un hotel a Santa Cruz de Tenerife, nella Costa Adeje votato come il migliore Tutto Incluso spagnolo ai Travel Choice Awards promossi da TripAdvisor.

Nessun commento

Powered by Blogger.