Siviglia. Nell′afa andalusa


Prima mattinata rilassante del viaggio. Ci svegliamo alle 9,40. Con tutta calma decidiamo di uscire e recarci alla Plaza de Toros, meglio conosciuta come La Maestranza, a poche centinaia di metri dalla Torre dell’Oro. Per entrare è necessario pagare 6 € usufruendo di una guida in spagnolo. A questo punto decidiamo di pranzare presso la “Cafeteria Scala” dove un’ottima paella ci sta tutto. L’afa e il caldo quest’oggi si fanno veramente sentire. Sotto il sole cocente e circa 35°C ci rechiamo al quartiere riservato alla manifestazione dell’Expo 92’. Posta presso il fiume Guadalquivir credo sia una zone peggiori e disordinate di Siviglia. Lungo il fiume tantissime baracche fatiscenti dove vivono senzatetto. Osserviamo da lontano il ponte della Barqueta e il ponte dell'Alamillo, entrambi progettati dall'architetto Santiago Calatrava.

Siviglia, Plaza de Toros
Siviglia, Plaza de Toros
Siviglia, Ponti della Barqueta e dell'Alamillo
Siviglia, Ponti della Barqueta e dell'Alamillo
Alla ricerca di un po' d'ombra, scegliamo di entrare nel Monastero della Cartuja. Al suo interno una bella sorpresa, una mostra sull’arte visiva moderna molto interessante, la"Maquinas de Mirar". Mi colpiscono molto le opere di John Clark, Rist Pipilotti e Alejandro Sosa.

Siviglia, Monastero de la Cartuja
Siviglia, Monastero de la Cartuja
A questo punto decidiamo di fare un ultimo giro in centro prima di cenare nuovamente alla sagra della Feria de las NacionesTornando in hotel facciamo giusto in tempo ad ammirare uno splendido tramonto sul Guadalquivir.

Siviglia, tramonto sul fiume Guadalquivir
Siviglia, tramonto sul fiume Guadalquivir
Siviglia, tramonto sul fiume Guadalquivir

Nessun commento

Powered by Blogger.