Dintorni di Chachapoyas: Catarata de Gocta


La prima parte del percorso odierno è la stessa seguita per raggiungere Kuelap ma una volta giunti al bivio con indicazioni Leymebamba, invece di svoltare a sinistra come abbiamo fatto il giorno prima, proseguiamo verso destra in direzione di Pedro Ruiz. Il fiume scorre accanto a noi all'interno di un suggestivo canyon. Percorriamo alcuni brevi tratti scavati all'interno della roccia. A undici chilometri dalla nostra meta di giornata imbocchiamo una via sulla destra e cominciamo ad inerpicarci su una polverosa strada dissestata sino ad arrivare al minuscolo villaggio di Cocachimba, punto di partenza per l'escursione a piedi alla volta della Catarata de Gocta.

Cocachimba
Cocachimba
Pagato l'ingresso, 5 soles il costo per gli studenti, ci incamminiamo lungo una sterrata al seguito di una guida. Nel nostro gruppo c'è anche Deborah, una ragazza tedesca di Francorte, con la quale condividiamo tutto il tragitto. Ripidi saliscendi all'interno di una fitta vegetazione caratterizzano il percorso di oggi. La Catarata è visibile da bel sette punti panoramici. Una volta partiti il sole splende forte nel cielo ma con il passare dei minuti viene progressivamente coperto dalle nubi. Il sentiero è sempre ben visibile e tutt'oggi sono in corso lavori di miglioramento.

Sentiero per la Catarata de Gocta
Sentiero per la Catarata de Gocta
Sentiero per la Catarata de Gocta
Sentiero per la Catarata de Gocta
Catarata de Gocta
Catarata de Gocta
Nel bel mezzo del cammino ci fermiamo in una baracca e io ne approfitto per acquistare qualche banana per riprendere un po' di energie. Nel bel mezzo del cammino ci fermiamo in una baracca e io ne approfitto per acquistare qualche banana per riprendere un po' di energie.

Lungo il sentiero per la Catarata de Gocta
Lungo il sentiero per la Catarata de Gocta
Lungo il sentiero per la Catarata de Gocta
La cascata fu "scoperta" solamente nel 2005 da un tedesco che lavorava nella zona. In realtà la popolazione locale è sempre stata a conoscenza dello spettacolare salto d'acqua ma nessuno si era mai voluto avvicinare in quanto una temuta leggenda voleva la presenza di una sirena a guardia di un tesoro perduto. Tutti coloro che si fossero avvicinati non avrebbero poi fatto ritorno a casa. Il tedesco organizzò una spedizione e dopo qualche giorno rientrò smentendo tutti.

Catarata de Gocta, flora
Catarata de Gocta, flora
Catarata de Gocta, flora
Con i suoi 771 metri è considerata la terza cascata più alta del mondo. Una particolare specie animale della zona è il galletto di roccia andino ma ci dobbiamo accontentare di ascoltarlo solamente da lontano. Raggiungiamo l'ultimo mirador dopo due ore e mezza di cammino. Non è possibile avvicinarci troppo al punto di caduta della acqua in quanto all'interno della laguna alla base della della cascata vi è un mulinello in grado di provocare piccoli terremoti e la conseguente caduta di massi dall'alto. Dal basso la cascata è a dir poco spettacolare.

Catarata de Gocta
Catarata de Gocta
Catarata de Gocta
Catarata de Gocta
Catarata de Gocta
Scoppia un temporale ed in breve la portata cambia radicalmente. Peccato che ciò avviene mentre stiamo rientrando a Cocachimba. La via di ritorno è ben più difficile dell'andata in quanto le salite sono più ripide. A pranzo mi attende un piatto di lomo saltado all'interno del restaurant Gocta. Fuori intanto, sotto la pioggia, è in atto una divertente partita di calcio tra gli abitanti del posto.

Catarata de Gocta, aumento della portata
Catarata de Gocta, aumento della portata
Catarata de Gocta, aumento della portata
Cocachimba
Cocachimba
Cocachimba
Cocachimba
Cocachimba, restaurant Gocta, lomo saltado
Cocachimba, restaurant Gocta, lomo saltado
A Chachapoyas un po' di meritato riposo. Dopo aver salutato Deborah, consigliati da Josè, il proprietario dell'ostello, andiamo a cena al restaurant La Cecina Real. Ho ordinato un piatto di cecina a lo pobre, (carne di maiale secca affumicata accompagnata con riso, uovo e patatine fritte. Delizioso, uno dei migliori provati in Perù.

Nessun commento

Powered by Blogger.