Arequipa, ai piedi del Misti


Nell’autobus per Arequipa, la città ai piedi del volcan Misti, faccio conoscenza della persona seduta accanto al mio posto. È un peruviano di circa sessant’anni, trasportatore di ritorno da una clinica a Lima. Poco lontano da Trujillo, nel nord del Perù è stato assaltato da tre uomini mentre portava il camion durante la notte. L’hanno malmenato e torturato per cercare di fargli aprire la stiva del suo camion. È riuscito a scappare approfittando del passaggio di un altro camion, chiedendo aiuto a un ristorante a un chilometro di distanza. In un’agenzia di viaggio nel terminal degli autobus di Arequipa prenoto l’ostello, la Posada del Parque, a poca distanza dal centro, per 2 notti e il tour al Colca Canyon di due giorni e una notte in un ostello di Chivay. Raggiungo l’ostello in taxi. La camera è semplice, il bagno forse un po’ troppo vecchio. Pranzo in un locale, il Machis, a base di carne mista alla griglia e le immancabili patatine che già a stento sopporto. Mi sento particolarmente stanco. Nel pomeriggio visita del centro, veramente carino, con la cattedrale e la Plaza de Armas. È anche un’occasione per assistere a un evento religioso nel cuore della città, la processione del Senor de los Milagros. C’è anche l'occasione per una piccola sorpresa, mi viene a salutare Alejandro, l’arequipeño seduto accanto a me nel volo Amsterdam-Panama, che mi ha riconosciuto tra la folla.

Arequipa, preparativi per la processione del Senor de los Milagros
Arequipa, preparativi per la processione del Senor de los Milagros
Arequipa, processione del Senor de los Milagros 
Mi sento sempre più spossato, ho mal di pancia e decido di tornare in ostello. In effetti ho qualche decimo di febbre. Esco solamente per comprare qualcosa da bere e da mangiare l’indomani per colazione in un supermercato e per cenare in un locale frequentato da soli peruviani. Prendo due anticuchos serviti con le solite patate, fortunatamente questa volta lesse.

Arequipa, Plaza de Armas
Arequipa, Plaza de Armas
Arequipa, Plaza de Armas

Nessun commento

Powered by Blogger.