A Bratislava con un tassista abusivo


La giornata si preannuncia abbastanza pesante. Nel nostro itinerario abbiamo previsto il trasferimento a Bratislava in Slovacchia. Ci rechiamo al terminal alla ricerca di un autobus ma sfortunatamente sono tutti pieni. L'unica alternativa è il treno ma gli orari sono davvero scomodissimi. Mentre pensiamo al da farsi ci avvicina un uomo sulla sessantina che si offre ad accompagnarci dietro un pagamento con la sua vecchia Mercedes. Riflettiamo e velocemente accettiamo fidandoci. Bob è un tassista abusivo dalla guida molto veloce e rischiamo un paio di volte di scontrarci con un'altra auto. La natura ceca è splendida, sulla nostra sinistra i Monti Tatra, sulla destra costeggiamo un bellissimo castello.Il viaggio è durato circa cinque ore e mezza. Dal terminal degli autobus, punto in cui Bob ci ha lasciati, raggiungiamo a piedi il nostro ostello prenotato su internet, l'"Hostal Possonium". Le camere hanno come tema le nazioni e noi capitiamo in quella svedese. Davvero bello il murales in stanza. Ancora di più il bar interno a disposizione degli ospiti con connessione internet gratuita in perfetto stile film "Hostel". Non abbiamo molto tempo a disposizione e ci incamminiamo verso il centro storico. Pregevole il Palazzo Primaziale, oggi municipio cittadino. In stile neoclassico fu costruito nel 1778 per volere di Jozsef Batthyany, arcivescovo di Strigonio e primate d'Ungheria. Al suo interno venne firmata la Pace d Presburgo tra l'Impero Asburgico e la Francia dopo la battaglia di Austerlitz vinta da Napoleone.

Bratislava, Palazzo Primaziale
Bratislava, Palazzo Primaziale
Poco lontana vi è la piazza principale, la Hlavnie Namestie, nella quale si trova l'edificio più antico della città, il Municipio Vecchio, inizialmente posto a difesa della città. Nel 1773 un incendi danneggiò l'edificio e la facciata fu ricostruita in stile barocco.

Bratislava
Bratislava, Municipio Vecchio
Bratislava, Municipio Vecchio
Sta scendendo il tramonto e nei vicoli a ridosso del castello, alcuni dei quali appaiono in leggero degrado, non c'è nessuno, a parte noi.

Bratislava, vicolo caratteristico
Bratislava, vicolo caratteristico
Bratislava, vicolo caratteristico
Bratislava, vicolo caratteristico
Facendo una bella sudata ci inerpichiamo verso il Hrad Castle, costruzione storica che domina la città. Alcuni scritti, gli annali di Salisburgo, ne accertano l'esistenza già nell'anno 907. Nel 1810 un terribile incendio lo distrusse completamente e per 150 anni rimasero solo le rovine, prima della decisione di ricostruirlo nel 1968. Al di là del Danubio la città possiede tutta un'altra veste, ben più moderna, arrivando a stonare con la parte vecchia.

Bratislava, Hrad Castle
Bratislava, Hrad Castle
Bratislava, veduta dal castello
Bratislava, veduta dal castello
Bratislava, veduta dal castello
Ceniamo in un ristornate italiano, il "Capri", con un menu turistico da 8 euro: spaghetti al pomodoro, mini bruschetta e acqua. Torniamo abbastanza presto in ostello in preparazione della giornata successiva, che si preannuncia ancora stressante dal punto di vista dei trasporti.

1 commento:

Powered by Blogger.