Dintorni di Huaraz: Carhuaz, Laguna Llanganuco e Yungay

Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco

Da Huaraz ci dirigiamo a nord del Callejon de Huaylas. Superiamo il pueblo di Marcarà, conosciuto per le sua acque termali, e raggiungiamo Carhuaz per la prima sosta di giornata. Facciamo colazione ed abbiamo un po' di tempo a nostra disposizione per passeggiare tra i curati rosai e le alte palme della Plaza de Armas. Nei pressi della Plaza, a pochi passi dal municipio, un tradizionale mercato quotidiano. In questi giorni a Carhuaz si festeggia la fiesta patronal de la Santisima Virgen de la Merced. Assistiamo a una piccola processione preceduta da alcuni individui intenti a sparare rumorosi fuochi d'artificio.

Carhuaz
Carhuaz
Carhuaz
Carhuaz
Ripresa la marcia in minibus ci dirigiamo verso la Laguna Llanganuco. All'altezza del nuovo pueblo di Yungay mancano circa venticinque chilometri. Cominciamo a salire su una strada sterrata in pessime condizioni verso i 3840 metri della laguna. Sobbalzando ad ogni buca procediamo a rilento con il ghiacciaio del Huascaran, innevato e parzialmente coperto dalle nuvole, sempre in vista. Paghiamo l'ingresso al Parco Nazionale del Huascaran (5 soles). Costeggiamo altissime pareti rocciose mentre le nubi si vanno addensando. Comincia a scendere una leggera pioggerella. Giunti alla Laguna Llanganuco la pioggia aumenta di intensità e come se non bastasse fa anche molto freddo.

Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Ma bastano pochi minuti e la situazione meteo cambia nuovamente, il cielo si apre ed esce anche un pallido sole. La laguna può così dare tutto il meglio di sè mostrando in tutto il suo splendore le sue scintillanti acque dalla particolare colorazione turchese.

Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Parque Nacional Huascaran, Laguna Llanganuco
Purtroppo il tempo a noi a disposizione è poco e riusciamo a fare solamente una breve passeggiata lungo le sponde del bacino. La discesa verso Caraz è semplicemente fantastica: le montagne, i campi coltivati, scene di vita quotidiana, piccoli particolari che rimarranno per sempre impressi nella mia mente. I paesaggi, da queste parti, sono davvero mozzafiato.

Verso Caraz
Verso Caraz
Verso Caraz
Verso Caraz
Pranziamo al restaurante Villa Huandy, poco fuori dall'abitato di Caraz: cancha (mais tostato e salato) come antipasto e un fumante caldo de gallina (brodo con gallina, spaghetti, una patata e un uovo). Ci fermiamo in locale per una veloce degustazione del manjar blanco, un crema a base di latte conosciuta in Argentina come dulce de leche.
Caraz, restaurante Villa Huandy, cancha
Caraz, restaurante Villa Huandy, cancha
Caraz, restaurante Villa Huandy, caldo de gallina
Caraz, restaurante Villa Huandy, caldo de gallina
Caraz
Caraz
Prima di tornare a Huaraz ci rechiamo a Yungay, lì dove il terremoto del 1970 provocò una frana dal Huascaran che inghiottì l'intera cittadina ed i suoi 25.000 abitanti. In pochi si salvarono, per l'esattezza in 92, sulla collina del cimitero.

Yungay, cimitero
Yungay, cimitero
Yungay, cimitero
Yungay, cimitero
Yungay, cimitero
Andiamo in visita al cimitero e alla sottostante area che vede la riproduzione di alcuni elementi architettonici della vecchia Yungay come la chiesa e la fontana al centro della piazza. Sono visibili i resti di un autobus travolto dalla furia della natura. Alle porte di Huaraz l'ultima sosta, a un centro artigianale di produzione di ceramiche. Ceniamo all'italiana con una buona pizza al restaurante El Horno, nel Parque del Periodista.
Yungay, vista dal cimitero sulla città nuova
Yungay, vista dal cimitero sulla città nuova
Yungay, riproduzione della vecchia città
Yungay, riproduzione della vecchia città
Yungay, resti dell'autobus travolto dalla frana
Yungay, resti dell'autobus travolto dalla frana

1 commento:

  1. bellissimo articolo , le foto sono stupende!!!!!

    RispondiElimina

Powered by Blogger.