Ho pubblicato il mio primo libro, "Ande dimenticate"!

Cover Ande Dimenticate, Manuel Santoro

Se anni fa qualcuno mi avesse detto che un giorno avrei scritto un libro, beh, credo che per me sarebbe stato molto difficile prenderlo sul serio. Invece eccolo qui "Ande dimenticate", il mio primo progetto pubblicato, edito da Alpine Studio Editore per la collana Orizzonti.

Chi mi conosce sa benissimo quanto possa amare l'America Latina. Tutto è nato nel 2011 in occasione di un viaggio itinerante al culmine della mia prima laurea. La mia "americalatinità" è nata proprio in quell'occasione. Dal Perù mi spostai in Bolivia e poi ancora più giù, in Cile e Argentina. Ma tra tutte le nazioni fu proprio il Perù a conquistarmi maggiormente. Un vero e proprio colpo di fulmine, un amore a prima vista che mi ha portato a tornare lì più volte. 

Sono sincero, l'idea del libro mi è balenata circa un anno e mezzo prima della pubblicazione, durante il mio terzo viaggio in terra peruviana. In quella occasione, grazie all'aiuto di alcuni contatti locali, ebbi la possibilità di conoscere in prima persona alcune realtà fuori dal turismo, villaggi della Sierra che sino a pochi decenni prima erano stati colpiti dal terrorismo di Sendero Luminoso. A partire dagli anni 80' del ventunesimo secolo furono anni bui per il Perù. In quel lunghissimo periodo si scrisse una delle pagine più dolorose della storia recente del Paese. Partendo da Ayacucho, una ridente località nel cuore della Sierra ascoltai testimonianze, tragiche e toccanti, di coloro i quali, chi più, chi meno, erano stati pregiudicati dalle violenze dei tempi. Visitai destinazioni incredibili, dove le tradizioni ancestrali continuavano ad essere tramandate di generazione in generazione. Il tutto in scenari paesaggistici straordinari, dove le Ande erano assolute protagoniste. Nacque così l'idea di tornare e approfondire il tema attraverso una sorta di itinerario della memoria. 

"Ande dimenticate" è frutto di uno studio approfondito del territorio e della sua storia, ma senza gli incontri e la disponibilità delle persone incontrate lungo il percorso tutto questo non sarebbe stato possibile. Ecco perché ci tenevo a ringraziare ancora una volta il popolo peruviano. 

Spero che il libro sia di vostro gradimento. Più in basso, oltre la sinossi, troverete il link per acquistarlo. Essendo la mia prima pubblicazione (spero la prima di tante altre) mi farebbe molto piacere se lasciaste un commento o una recensione sincera, auspicando di migliorarmi giorno dopo giorno.


Terre aspre e a tratti inospitali, le Ande peruviane. Questo è un viaggio che svela una storia che qui in Europa si conosce appena. Le montagne della Sierra, infatti, celano anni di sofferenze vissute in uno dei periodi più bui della storia del Perù, gli anni di Sendero Luminoso, l'organizzazione terroristica d'ispirazione maoista che ha macchiato di sangue il paese fin dal 1970 e attiva ancora oggi. L'autore ha creato un itinerario della memoria dove storie passate si incontrano con la voglia di sapere di più. Parte da Ayacucho, una vivace città nel centro del Perù, e visita alcune comunità contadine in un viaggio a stretto contatto con le popolazioni locali, sicuro che accanto a tragici ricordi sopravvivano racconti e leggende tramandate di generazione in generazione. Passando dalla caotica Huancayo e dal villaggio rurale di San José de Quero, si sposta nella regione di Lima che custodisce un insediamento dove ancor oggi è parlata una lingua di origine millenaria. Sedotto dal fascino dei luoghi e dalla forza delle persone incontrate, conclude il suo viaggio nel cosmopolita distretto di Miraflores a Lima, simbolo di una rinascita nazionale. Tra la bellezza dei luoghi andini, gli eventi si delineano con chiarezza senza mai perdere il contatto con il peregrinare dell'autore, fatto di emozioni e incontri, vero motore di qualsiasi viaggio.

0/Lascia un commento

Nuova Vecchia