Dall′altopiano delle Cinque Miglia a Serra Sparvera

Salendo verso Serra Sparvera

Che difficoltà svegliarsi alle 6.30! E pensare che domenica prossima sarà anche peggio! L'appuntamento è come sempre al parcheggio di Via Londra a Villa Raspa. Oggi è in programma la terza uscita in montagna per il corso base di escursionismo organizzato dal CAI Pescara. Attendiamo per qualche minuti i ritardatari e ci mettiamo in viaggio con le rispettive auto per rincontrarci tutti quanti all'uscita dell'autostrada A25, all'altezza di Pratola Peligna. Non manca nessuno e possiamo subito ripartire. Decidiamo di fare una breve sosta per una fugace colazione prima di raggiungere l'altopiano delle Cinque Miglia, punto di partenza della nostra escursione. Al km 128,400 della SS n. 17 dell'Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitica, in località Capannola, svoltiamo a destra ed imbocchiamo una sterrata infangata che attraversa la piana. Giunti a un bivio prendiamo il viottolo di destra per poche centinaia di metri sino ad arrivare in un'area picnic nei pressi della chiesa della Madonna del Casale dove lasciamo le nostre auto. Il cielo è nuvoloso e fa abbastanza freddo. E' ora di cominciare il nostro percorso a piedi. Seguiamo una evidente sterrata sulla destra che sale gradualmente attraverso monotone svolte che, ove possibile, evitiamo tagliando attraverso terreni dalla bassa vegetazione. Più saliamo e più si apre ai nostri occhi una splendida vista sull'altopiano.
Altopiano delle Cinque Miglia
Altopiano delle Cinque Miglia
 Raggiungiamo una sella e scendiamo velocemente sull'altro versante dove imbocchiamo una piccola valletta che percorriamo in salita verso sinistra. Continuiamo lungo il fondo della valletta sino ad arrivare ad un pianoro con uno stazzo per pastori. A questo punto la valletta si restringe e il sentiero si fa più impegnativo fino ad incrociare una evidente sterrata.

Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
E' in corso una gara di mountain bike ed i concorrenti sfrecciano in discesa a tutta velocità. Alcuni di essi ci richiamano a gran voce per evitare che qualcuno di noi possa attraversare senza vederli. Dopo aver atteso qualche minuto riprendiamo il percorso ed in corrispondenza di una curva a gomito abbandoniamo la sterrata. Il panorama da queste parti è magnifico: fitte faggete, distese erbose, vette innevate. Un pittore impressionista avrebbe trovato pane per i suoi denti.
Salendo verso Serra Sparvera. Mountain Bike
Salendo verso Serra Sparvera. Mountain Bike
Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
Attraversiamo un piccolo bosco sino a giungere ad un altro stazzo,  proprio alle pendici della Serra Sparvera. Camminiamo tra coloratissime viole e orchidee selvatiche mentre il sole fa capolino tra le nubi.
Orchidea selvatica
Orchidea selvatica
Viola calcarata
Viola calcarata
Salendo verso Serra Sparvera. Stazzo
Salendo verso Serra Sparvera. Stazzo
Dallo stazzo ci dirigiamo verso l'evidente sella sulla destra della cima. Continuiamo a salire dopo aver aggirato un breve tratto con la neve. Le montagne circostanti mostrano tutto il loro splendore. Da qui possiamo ammirare anche il lago di Scanno e i piccoli borghi di Scanno e Villalago. Siamo ormai prossimi alla vetta. Raggiungiamo Serra Sparvera (quota 1998 metri) in salita in pochi minuti. Il cielo torna ad annuvolarsi e la temperatura va scendendo. Consumiamo velocemente il nostro pranzo e ci rimettiamo in cammino ma non prima di aver scattato una foto di gruppo.
Salendo verso Serra Sparvera
Salendo verso Serra Sparvera
Veduta sul Lago di Scanno
Veduta sul Lago di Scanno
Veduta sul Lago di Scanno
Serra Sparvera. Veduta sull'altopiano delle Cinque Miglia
Serra Sparvera. Veduta sull'altopiano delle Cinque Miglia
Scendiamo lungo il versante opposto sino al Valico delle Croci dove ai margini del sentiero si trova una caratteristica croce di legno. Attraversiamo una ripida discesa all'interno di una fitta faggeta. Per raggiungere la sterrata che abbiamo percorso all'andata e continuare per lo stesso itinerario percorso in mattinata manca un'ultima asperità.

Scendendo da Serra Sparvera
Scendendo da Serra Sparvera. Valico delle Croci
Scendendo da Serra Sparvera. Valico delle Croci
Scendendo da Serra Sparvera
Scendendo da Serra Sparvera. Farfalla
Scendendo da Serra Sparvera. Farfalla
Siamo fortunati, appena arrivati alle macchine inizia a piovere. Pochi minuti e il cielo va riaprendosi. Ne approfittiamo per un meritata sosta in un bar di Rocca Pia.
Rocca Pia
Rocca Pia

2 commenti:

  1. Complimenti, Manuel!! Se venissi in Abruzzo, so a chi rivolgermi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente, sarei ben felice di aiutarti!

      Elimina

Powered by Blogger.