Itinerari ciociari: da Alatri ad Anagni

Alatri, Fontana Pia

Nell'ambito del TTG Digital Warm Up 2015, l'evento che anticipa la nuova edizione del TBDI a Rimini Fiera nel mese di ottobre, ho ricevuto l'invito per partecipare ad un educational tour alla scoperta del territorio ciociaro, “#AmazingCiociaria", organizzato in collaborazione con Unindustria e Camera di Commercio di Frosinone.

In questo post vi parlerò dell'itinerario seguito il primo giorno auspicando possa essere uno spunto per un'autonoma escursione.

Punto di partenza piazza Santa Maria Maggiore ad Alatri dove una guida ci attende per cominciare un breve percorso tra le vie del centro storico. Perchè iniziare da qui? Sulla piazza si affacciano alcuni dei monumenti più importanti della cittadina a cominciare dall'omonima chiesa collegiata risalente al V secolo dalla facciata romanico-gotica, frutto delle trasformazioni avvenute nel XIII secolo. Accanto alla chiesa fa bella mostra una fonte monumentale, la Fontana Pia, realizzata in segno di gratitudine a Papa Pio IX, il quale contribuì con una cospicua donazione per la costruzione di un acquedotto in città. Non passa inosservata la grande meridiana murale ad opera di padre Angelo Secchi sulla facciata di Palazzo Conti-Gentili, una struttura duecentesca che ospita oggi un liceo-ginnasio e la biblioteca comunale.
Alatri, chiesa di Santa Maria Maggiore
Alatri, chiesa di Santa Maria Maggiore
Alatri, Fontana Pia
Alatri, Fontana Pia
Alatri, meridiana murale
Alatri, meridiana murale
A piedi ci spostiamo verso la vicina chiesa di San Francesco i cui legami con il santo sono indissolubili. All'ingresso è presente un affresco di San Francesco d'Assisi mentre sempre qui è custodito un mantello attribuito al santo. La chiesa un tempo presentava un attiguo convento i cui spazi sono ora stati riutilizzati come sala espositiva. Entriamo in quella che è conosciuta come "chiostro" per ammirare pregevoli affreschi tra cui quello situato in un intercapedine raffigurante un Cristo Pantocratore al centro di un labirinto. Passeggiamo nel centro storico attraversando stretti vicoli accanto ad antiche abitazioni.
Alatri, chiesa di San Francesco
Alatri, chiesa di San Francesco
Alatri, Cristo Pancratore al centro del labirinto
Alatri, Cristo Pancratore al centro del labirinto
Alatri, centro storico
Alatri, centro storico
Gradualmente saliamo nella parte più alta dell'abitato, lì dove in cima a un colle è situato l'Acropoli di Alatri. Oltre a una splendida vista sulla cittadina a richiamare la nostra attenzione sono le possenti mura ciclopiche, il cui perimetro raggiunge i 2 km. Le mura sono costituite da rocce perfettamente tagliate e incastrate tra loro e la particolarità principale è rappresentata dal fatto che siano state erette senza l'utilizzo della malta. Ad oggi rimane sconosciuto come queste rocce siano state tagliate e soprattutto come siano state trasportate fin qui. Due porte d'ingresso conducevano all'interno della città, la Porta Maggiore, nel tratto sudorientale delle mura e di tipo sceo come quella di Troia, e la Porta Minore o dei Falli posizionata verso nord-ovest. Il nome di quest'ultima è dovuta alle incisioni ormai deteriorate dal tempo che sovrastano la porta, tre falli che si ritiene simboleggiassero la fertilità. Nei pressi dell'Acropoli è situato il Duomo di San Paolo. Non riusciamo ad entrare nell'edificio perchè chiuso ma al suo interno è conservata la cosiddetta Reliquia dell'Ostia Incarnata, che in seguito a un atto sacrilego divenne carne umana tra il 1227 e il 1228.
Alatri, Porta Maggiore
Alatri, Porta Maggiore
Alatri, Porta Minore. Particolari fallici
Alatri, Porta Minore. Particolari fallici
A pranzo ci attendono in un agriturismo ai piedi del paesino di Piglio, il Casale Verde Luna. Il posto è proprio uno di quelli che piacciono a me: l'agriturismo è immerso nel verde all'interno di un vasto vigneto. Il Casale è infatti un'azienda in prevalenza vitivinicola e produce autonomamente pregiati vini Cesanese. Quanto al cibo siamo deliziati con prodotti di tradizione contadina con un buffet a base di salumi, formaggi, porchetta e un paio di primi piatti. Ciliegina sulla torna una crostata con crema e fragole.

Piglio, Casale Verde Luna
Piglio, Casale Verde Luna
Piglio, Casale Verde Luna
Piglio, Casale Verde Luna
Piglio, Casale Verde Luna
Il pomeriggio è dedicato a una visita veloce della città di Anagni nota come la città dei Papi, in quanto ha dato i natali a ben quattro pontefici ed è stata a lungo residenza e sede papale. La città è ricordata soprattutto per la vicenda dello "schiaffo di Anagni" quando il 7 settembre del 1303 nel palazzo detto "di Bonifacio VIII", si narra che il pontefice fu pubblicamente umiliato da Sciarra Colonna durante il duro confronto con Guglielmo di Nogaret, l'inviato del re di Francia Filippo Il Bello. La vicenda rientra all'interno del grave dissidio che era sorto in quegli anni tra Bonifacio VIII e il re di Francia nella definizione della supremazia del potere spirituale su quello temporale.
Anagni, Piazza Innocenzo III
Ad Anagni il primo edificio che visitiamo è la Cattedrale di Santa Maria, un'imponente costruzione risultato di differenti fasi di costruzione. L'esterno è infatti in stile romanico mentre gli interni in gotico lombardo. La cripta è il vero gioiello. Fu costruita contemporaneamente alla Cattedrale tra il 1072 e il 1104 e doveva fungere da reliquiario per i santi. Le pareti sono completamente affrescate, tali da sembrare una piccola Cappella Sistina. Il ciclo pittorico, dall'inestimabile bellezza racconta la storia della salvezza dell'uomo, a partire dalla creazione fino ad arrivare alla fine dei tempi. Da Piazza Innocenzo III ci dirigiamo verso il centro storico. Vagabondiamo alla ricerca vicoli suggestivi da immortalare. Palazzo della Ragione è l'ultima tappa di giornata. Costruito nel 1163 dall'architetto Jacopo da Iseo è formato dalla giustapposizione di due edifici preesistenti collegati tra loro da un portico. Attualmente ospita il Palazzo del Comune della cittadina.

Anagni, Cattedrale di Santa Maria
Anagni, Cattedrale di Santa Maria
Anagni, Cattedrale di Santa Maria
Anagni, Cattedrale di Santa Maria. Cripta
Anagni, Cattedrale di Santa Maria. Cripta
Anagni, Cattedrale di Santa Maria. Cripta
Anagni, Cattedrale di Santa Maria. Cripta
Anagni, centro storico
Anagni, centro storico
Anagni, centro storico

Nessun commento

Powered by Blogger.