Marrakech. 5 luoghi da non perdere

Ho sempre avuto il pallino per il Marocco. Sebbene in molti mi abbiano parlato in maniera contrastante di questo Paese ho deciso ugualmente di partire alla volta di Marrakech, una delle città più turistiche e più affascinanti. Volete sapere se sono rimasto soddisfatto? Semplice rispondere a questa domanda, per capire basta dire che sono voluto tornare in Marocco a distanza di poco tempo.

Il Paese è ideale per tutti coloro che non vogliono spendere troppo, non hanno intenzione di allontanarsi eccessivamente dall'Italia e sono desiderosi conoscere una cultura differente. Tutto quello cercavo. A Marrakech ho alloggiato in un antico riad dall'ottimo rapporto qualità/prezzo a poca distanza da quello che è il cuore della città, place Djamee El Fna. In generale, comunque, soprattutto nella medina è possibile trovare soluzioni adatte a tutte le tasche. In città ho trascorso tre giorni per poi visitare Essaouira durante un'escursione organizzata e raggiungere il sud sino al deserto di Merzouga. Tre giorni ritengo possa essere una buona opzione per andare alla scoperta della città. Ma quali sono i monumenti e i luoghi da non perdere? In questo post ho preferito segnalarne cinque:

Piazza Djemaa el Fna

Il fulcro, il cuore pulsante di Marrakech che riesce a cambiare volto in ogni momento della giornata. Al mattino la vita scorre lenta e la piazza appare quasi vuota. Nel pomeriggio è un un vero e proprio teatro a cielo aperto dove si esibiscono artisti di strada, cantastorie, incantatori di serpenti, disegnatrici di henné. La sera diventa un grande ristorante all'aperto con decine di chioschi dove gustare cibi della tradizione culinaria marocchina, dalla carne cotta sulla brace al pesce, dalle lumache in umido al cous cous. Si può passeggiare tra le bancarelle oppure prendersi un thé in uno dei tanti café. Nei numerosi bazar è poi possibile acquistare tappeti, spezie, souvenir, oggetti di legno tagliati a mano e molto altro ancora.


Palazzo El Bahia

Un esempio di architettura alawita, dimora cittadina della fine del XIX secolo. Il Palazzo Bahia si trova lungo il bordo settentrionale del Mellah ed è composto da un gran numero di camere affacciate intorno a cortili dalla rigogliosa vegetazione. Parte delle ricche decorazioni che caratterizzavano la struttura sono state depredate nel corso degli anni ed in alcune zone è possibile solo immaginare lo splendore di un tempo. La maggior parte delle abitazioni si affaccia su u cortile centrale con pavimenti in marmo e fontane.


Medina

La Medina di Marrakech, dichiarata patrimonio culturale dell’umanità dall’Unesco, fu costruita edificata nel 1070 da parte della dinastia berbera degli Almoravidi. I suoi confini sono delimitati a sud dai curati giardini della Moschea di Koutoubia ed ha come suo centro la brulicante piazza Djemaa el Fna. La medina è un museo a cielo aperto. Al suo interno situati alcuni dei principali luoghi e monumenti di Marrakech come il Palazzo Reale, la Kasbah e il quartiere arabo.


Tombe Saadiane

Le Tombe Saadiane furono costruite per ospitare i membri della famiglia reale tra il XVI e il XVIII secolo. Scoperte nel 1917 dal generale francese Lyautey dopo anni di abbandono e incuria il sito è stato accuratamente restaurato divenendo una delle principali attrazioni della città. Circa duecento tombe della dinastia Saadiana, compreso il sultano Ahmed el Mansour, si sviluppano lungo due mausolei riccamente decorati all'interno di un giardino fiorito che simboleggia il paradiso di Allah.


Medersa di Ben Youssef

La più grande scuola coranica del Maghreb, uno degli esempi meglio conservati di architettura marocchina. La Medersa Ben Youssef si trova al centro della Medina di Marrakech e fu fondata dal sultano saadiano Moulay Abdellah intorno al 1565. Questo centro di insegnamento islamico offriva la possibilità a studenti prevenienti da tutto l'Islam di approfondire e studiare il Corano guidati da preparati insegnanti. L'edificio presenta pareti riccamente decorate con mosaici, zellij ed elaborati intagli in legno e gesso alternati a testi coranici a motivi floreali.

Nessun commento

Powered by Blogger.