Cracovia. Passeggiando nel Kazimierz


Ce la prendiamo con calma, con molta calma. Dopo una bella dormita usciamo direttamente per il pranzo. Io opto per un fumante e invitante piatto con funghi e salsiccia, in uno dei tanti stand nella Piazza del Mercato. Tutto davvero ottimo, proprio come me l'aspettavo. Mirko, Matteo e Dante preferiscono bissare il kebab del giorno prima. Ci dirigiamo a piedi nel quartiere storico del Kazimierz, fondato come città separata da Casimiro III nel 1335 e noto per aver ospitato la comunità ebraica dal XIV secolo sino alla Seconda Guerra Mondiale.

Cracovia, fiume Vistola
Cracovia, fiume Vistola
Poco lontano dalle riva della Vistola ci rechiamo nella parte cristiana ad est del quartiere per visitare la chiesa barocca di San Michele Arcangelo e San Stanislao di Skalka. Al suo interno, nel 1079, fu assassinato il vescovo Stanislaw di Szczepanow per volere del re Boleslao l'Ardito e i suoi resti trasferiti nel castello del Wawel.

Cracovia, chiesa di San Michele Arcangelo e San Stanislao di Skalka
Cracovia, chiesa di San Michele Arcangelo e San Stanislao di Skalka
Poco lontano dall'ingresso della chiesa vi è una fontana con acqua dalle qualità minerali che sconsiglio a tutti di bere seppur le indicazioni la diano come potabile. Pessimo sapore di uova marce... Ci spostiamo nella parte ebraica sino alla Schindler's FactoryNon sapevamo fosse a Cracovia, sfortunatamente essendo domenica la troviamo chiusa. Giriamo a piedi l'area e ci fermiamo in un piccolo bar a sorseggiare un bibita rinfrescante.

Cracovia, Schindler's Factory
Cracovia, Schindler's Factory
Cracovia, Kazimierz
Cracovia, Kazimierz, uno scorcio caratteristico
Cracovia, Kazimierz, uno scorcio caratteristico
Con il tram numero 40 giungiamo in stazione per acquistare i biglietti per l'indomani per Auschwitz. Replichiamo il concerto del giorno prima del Coke Live Music Festival. Iniziamo con i Panic! At the Disco. Conosco poche canzoni e si rivelano non proprio esaltanti al contrario dei Muse. Siamo stati quasi due ore ininterrotte a saltare! Bellissima anche la scenografia.

Cracovia, Coke Live Music Festival, Muse
Cracovia, Coke Live Music Festival, Muse
Cracovia, Coke Live Music Festival, Muse

4 commenti:

  1. città meravigliosa...
    fantastici i polacchi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono già passati diversi anni dalla mia ultima volta in Polonia. Assolutamente dovrò ritornarci

      Elimina
  2. Sono stato a Cracovia con la mia compagna lo scorso maggio su consiglio di alcuni nostri amici. Temevo che avremmo trovato brutto tempo, in realtà nonostante le temperature non troppo alte abbiamo trovato un clima piacevole per spostarci e visitare la città e i dintorni. I nostri amici ci hanno consigliato di visitare il Castello Reale e il museo sottostante la Piazza del Mercato di Cracovia. La fila per visitare il museo era molto lunga (il biglietto circa 5 euro), abbiamo atteso un’ora prima di entrare, però ne è valsa la pena. Il museo è interattivo, cosa che lo rende molto interessante, lo consiglio a chi ha dei bambini. Consigliatissima anche la birra polacca che si può bere in qualsiasi locale in centro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Massimo. Sono passati ormai diversi anni dal mio ultimo viaggio in Polonia, mi sa che ci devo fare un pensierino. Grazie del consiglio!

      Elimina

Powered by Blogger.